Invia un articolo!

Collabora con HellForge

Diablo 3 - Online il background della Beta

E-mail Stampa PDF
(2 voti, media: 3.00 di 5)

Online il background della Beta

diablo 3 beta

Continuano i lavori per la preparazione degli account Battle.net all'arrivo della Beta di Diablo 3. Blizzard aveva già inserito sul server l'immagine della scatola della Beta e l'icona del gioco, da ieri è anche diventato disponibile lo sfondo e lo potete trovare a questo indirizzo.

Qui sotto invece potete vedere il mock-up di un fan, che armato di Photoshop ha provato a ricreare la schermata che forse vedremo nel giorno glorioso in cui verrà rilasciata la Beta di Diablo 3.

diablo 3 beta mock up

 

Diablo 3 - Niente Beta fino a settembre

E-mail Stampa PDF
(6 voti, media: 4.00 di 5)

Niente Beta fino a settembre

diablo 3 data uscita beta

Più o meno lo si sapeva già, ma ora abbiamo anche un post ufficiale sull'argomento. In un thread su Battle.net Bashiok conferma che la Beta di Diablo 3 inizierà nel mese di settembre.
Bashiok: [...] In ogni caso, per avere le giuste aspettative, la beta nel mese di agosto è improbabile. Ma non dovrebbe iniziare molto più tardi.
Il messaggio di Bashiok conferma a grandi linee ciò che ha detto ieri Jay Wilson durante le interviste del Gamescom. Il Team di sviluppo sta ancora lavorando sulla Beta di Diablo III, che arriverà entro settembre, e si spera anche prima. Ad oggi non esiste ancora nessuna data di uscita ufficiale per Diablo 3, a parte la solita frase di rito "quando è pronto".

 

Diablo 3 - Intervista esclusiva sulla beta di Diablo III

E-mail Stampa PDF
(6 voti, media: 4.00 di 5)

Intervista esclusiva sulla beta di Diablo III

beta diablo 3

Dopo interminabili ore passate a consultare antiche profezie, a sfogliare tomi polverosi, abbiamo portato alla luce una messe di nuove informazioni su Diablo III. L'imminente beta test di Diablo III introdurrà tantissime nuove caratteristiche, come una nuova casa d'aste che fornirà ai personaggi un nuovo modo di acquisire armi ed equipaggiamenti. Preparati!

Intervista esclusiva sulla beta di Diablo III

Con l'imminente beta test di Diablo III, le armate degli Inferi Fiammeggianti emergeranno dalle loro tane più recondite per cingere d'assedio ancora una volta il mondo dei mortali. Per prepararti al ritorno dell'invasione demoniaca, Blizzard Insider ti offre un'intervista esclusiva con il Lead Content Designer Kevin Martens, che ci metterà al corrente dei suoi pensieri e delle sue opinioni sull'imminente beta test di Diablo III. Continua a leggere e preparati a vivere l'ultimo capitolo della saga di Diablo.

diablo 3 beta

Prima di discutere del beta testing, puoi dirci come sono andati i test interni finora?

Kevin Martens: Diablo III ha subito un'immensa sessione di playtesting interno proprio qualche settimana fa e i commenti ricevuti dagli altri team di Blizzard si sono rivelati estremamente preziosi. Molti dipendenti della società hanno completato il gioco diverse volte e ci hanno scritto dei commenti dettagliati su quasi ogni suo aspetto. Nei mesi a venire ci occuperemo delle modifiche al bilanciamento, ma tenendo conto di questi commenti iniziali abbiamo già provveduto a rendere i nemici più impegnativi, ad aggiungere tante altre possibilità di creazione di oggetti, a implementare un'interfaccia significativamente revisionata e a iniziare a perfezionare il ritmo della trama.

Ora che il testing interno è quasi concluso, su quali aspetti del gioco sperate di concentrarvi col beta testing?

Kevin Martens: Rifinitura, rifinitura, rifinitura. In particolare, nell'ambito del nostro approccio alla narrazione agìta della storia. Vogliamo che il giocatore viva la storia, invece di apprenderla dai racconti dei PNG, per cui stiamo spostando parecchi dialoghi all'interno delle missioni, lasciando ai centri da cui le missioni partono solo le informazioni essenziali per far andare avanti la trama. Un esempio di questo nuovo tipo di approccio si ha quando il giocatore giunge per la prima volta a Nuova Tristram. Al suo arrivo, trova una città sotto assedio da parte di un'orda di zombi, e le guardie non possono aprire le porte se prima l'attacco non viene respinto, anche con l'aiuto del giocatore. In precedenza una delle conversazioni tra il giocatore e le guardie era prevista prima dell'attacco degli zombi, mentre adesso avviene durante l'attacco. Con questa sottile modifica abbiamo spostato un breve dialogo nel cuore dell'azione, cosa che l'ha reso più intenso e di maggior impatto. Alla fine, vogliamo che la storia sembri organica e interna al mondo di gioco, invece che una mera narrazione tra uno scontro e l'altro.

diablo 3 beta

Trama a parte, come pensate di affinare gli scontri?

Kevin Martens: Vogliamo che la difficoltà del gioco passi per una serie di "picchi" e "vallate" man mano che il giocatore avanza nel gioco. Nei "picchi", il livello di sfida sale a dismisura e l'abilità dei giocatori sarà messa a dura prova. Nelle "vallate", la difficoltà scemerà per permettere ai giocatori di ripristinare salute ed energia. Dal punto di vista della meccanica di gioco, le vallate sono importanti perché consentono ai giocatori di sperimentare e familiarizzare con le abilità senza dover temere di morire. Saranno le abilità e le tecniche affinate nelle vallate a permettere ai giocatori di sopravvivere ai picchi, che tenderanno a essere grossi scontri come imboscate, scontri campali, mostri rari e persino boss. I picchi esigeranno dal giocatore tempi di elaborazione rapidi, un'oculata gestione delle risorse e la capacità di muoversi sul campo di battaglia senza farsi circondare.

diablo 3 beta

Quali elementi vanno tenuti in considerazione nella progettazione di un "picco"? Puoi farci un esempio?

Kevin Martens: Dobbiamo far sì che i picchi costituiscano una sfida impegnativa sia per i personaggi che prediligono il corpo a corpo sia per quelli con armi a distanza, il che a volte è complicato perché questi due tipi di personaggi tendono ad avere punti di forza e punti deboli diametralmente opposti. Prendi il Re Scheletro, per esempio, un mini-boss del primo atto che rappresenta il massimo picco nelle prime fasi di gioco. Dispone di tantissimi punti ferita, per cui può sostenere il combattimento corpo a corpo, ma dispone anche di una carica per rincorrere i personaggi che preferiscono tenersi a distanza [anche se la carica è in qualche modo prevedibile, per permettere al giocatore di scansarla]. È in grado di evocare scagnozzi che infliggono molti danni, ma rilasciano anche molti globi di salute, necessari per sopravvivere a uno scontro così lungo. Gli scagnozzi sono tanti e relativamente deboli, per cui riescono a mantenere elevata l'intensità complessiva dello scontro anche quando il giocatore è impegnato a ripristinare la propria salute e il Re Scheletro sta per lanciare la carica successiva.

Come pensate di bilanciare la difficoltà complessiva del gioco?

Kevin Martens: Se vogliamo parlare del bilanciamento in termini numerici, abbiamo fissato dei livelli di danni che il giocatore dovrebbe essere in grado di infliggere in base al suo livello ed equipaggiamento. Non esistono però dei criteri assoluti: i giocatori più abili saranno in grado di infliggere più danni grazie alla velocità, alla precisione e alle combo d'attacco avanzate, mentre i giocatori meno abili infliggeranno meno danni con attacchi più semplici. I livelli che abbiamo fissato rappresentano un punto di partenza per il bilanciamento, che va calcolato tenendo conto di entrambi i tipi di giocatori e di tutti coloro che stanno in mezzo, cosa che può risultare complessa. Alla fine, saranno i due livelli di difficoltà più avanzati, Inferno e Abisso, a mettere davvero alla prova i giocatori di Diablo III più abili.

diablo 3 beta

Giocando in gruppo, quali ruoli ricoprono le cinque classi tra cui è possibile scegliere? Come interagiscono l'una con l'altra?

Kevin Martens: Diablo III non presenta ruoli rigidamente definiti per le classi. Abbiamo preferito equipaggiare ciascuna classe con un nucleo base di abilità che la rendesse autonoma. Nel nucleo sono ricomprese le abilità per infliggere danni a nemici singoli, per creare danni ad area, per muoversi, difendersi e manipolare i nemici. Ovviamente questo non significa che non ci siano differenze tra una classe e l'altra, né voglio dire che riunirsi in gruppo non sarà utile. Al livello più basilare possibile, i personaggi da mischia pesantemente corazzati tendono a tuffarsi nel cuore dell'azione e ad assorbire danni, mentre i personaggi che attaccano a distanza tendono ad aggirare il nemico, sfruttando la posizione e la velocità. Rune, equipaggiamento e scelta delle abilità possono influire sul modo di usare un personaggio. Per esempio, un monaco sviluppato in un certo modo può sostenere tanti danni, cosa che gli consente di gettarsi tra le linee nemiche, mentre un barbaro potrebbe anche specializzarsi nel controllo dei nemici e invece di attaccare grossi gruppi di avversari potrebbe aggredirne rapidamente membri precedentemente isolati.

Come pensate di bilanciare l'uso degli oggetti nel gioco?

Kevin Martens: Gli oggetti sono una delle componenti che influiscono sui livelli di danni stabiliti di cui abbiamo parlato prima, per cui dal punto di vista numerico l'uso degli oggetti è già stato preso in considerazione. Le pietre runiche, tuttavia, aggiungono un altro strato di complessità, per cui ci stiamo dedicando molto a esse. Anzi, stiamo trattando ogni runa come se fosse un'abilità esclusiva perché vogliamo che il giocatore pensi attentamente ai vantaggi e agli svantaggi delle sue scelte. Per esempio, l'attacco Folgorazione del mago può essere modificato con una pietra runica di ossidiana in modo da accorciarne e ampliarne il raggio d'azione, un po' come se fosse un fucile a pompa, oppure può essere modificato dalla pietra runica cremisi che riduce i danni complessivi ma permette di colpire più bersagli in successione l'uno dietro l'altro, rendendolo ideale per affrontare gruppi di nemici. La prima pietra runica è utile ai maghi sviluppati per gettarsi nel fitto dell'azione, la seconda per chi preferisce stare lontano dai nemici e infliggere danni a distanza. La nostra sfida consiste nel fornire al giocatore questo tipo di scelta per ogni abilità e pietra runica.

diablo 3 beta

Quale consiglio daresti ai giocatori che vogliono essere coinvolti nel beta testing di Diablo III?

Kevin Martens: Anzitutto incoraggiamo tutti i nostri giocatori a scaricare il programma di controllo dei requisiti di sistema in modo da aiutarci a testare anche l'infrastruttura hardware e server/client. Per poter far parte del beta testing, occorre avere un account Battle.net (quindi creane uno, se non ce l'hai già) e poi, dalla schermata di gestione dell'account Battle.net occorre cliccare su Impostazioni del profilo Beta, scaricare il programma di controllo dei requisiti di sistema e inviarci i dati del proprio sistema. In questo modo avrete la possibilità di partecipare al beta testing. Chi sarà selezionato riceverà un'e-mail all'indirizzo dell'account Battle.net. Chi non è stato selezionato, non si disperi, perché potrebbe partecipare a una sessione successiva.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato. C'è qualcosa che vuoi aggiungere, prima di lasciarci?

Kevin Martens: Il gioco si sta sviluppando bene e tutta la squadra non vede l'ora di poter condividere questo atto d'amore con i giocatori!

diablo 3 beta


 

Diablo 3 - Casa d'Aste: domande frequenti

E-mail Stampa PDF
(2 voti, media: 5.00 di 5)

Casa d'Aste di Diablo 3: domande frequenti

diablo 3 beta

Dopo la presentazione di ieri, Blizzard aggiorna il suo sito ufficiale aggiungendo informazioni sull'attesissima Beta di Diablo 3. Sul minisito disponibile a questo indirizzo possiamo quindi trovare le FAQ e la Panoramica generale su Beta e Casa d'Aste, e tutto in italiano!

Dopo interminabili ore passate a consultare antiche profezie, a sfogliare tomi polverosi, abbiamo portato alla luce una messe di nuove informazioni su Diablo III. L'imminente beta test di Diablo III introdurrà tantissime nuove caratteristiche, come una nuova casa d'aste che fornirà ai personaggi un nuovo modo di acquisire armi ed equipaggiamenti. Preparati!


INFORMAZIONI GENERALI
FUNZIONALITA'
DETTAGLI SULLE REGIONI
MECCANICHE DI GIOCO
ASSISTENZA CLIENTI

INFORMAZIONI GENERALI

Che cos’è il sistema di aste di Diablo III?

Acquisire nuovo equipaggiamento epico per i tuoi personaggi è da sempre una parte importante dell’esperienza di Diablo. Pertanto, i giocatori hanno trovato tantissimi metodi per scambiarsi e ottenere gli oggetti più desiderati, dentro e fuori il gioco. Molti di questi metodi erano poco convenienti o noiosi (come il pubblicizzare ripetutamente sui canali chat di Battle.net le proprie offerte e attendere le risposte) o poco sicuri (come dare il proprio numero di carta di credito a siti esterni che offrono questi scambi). Con Diablo III introdurremo un sistema di case d’aste all’avanguardia, che fornirà ai giocatori un ambiente sicuro, divertente e facile da utilizzare per vendere i tesori conquistati in gioco, come armi, armature e pietre runiche. In Diablo III saranno disponibili due tipologie di casa d’aste: una basata sulla valuta di gioco, che i giocatori possono acquisire nelle loro avventure e una basata sulla valuta reale.

Che differenza c’è fra la casa d’aste basata sulla valuta virtuale e quella basata sulla valuta reale?

La casa d’aste basata sulla valuta virtuale utilizza le monete d’oro del gioco per acquisti e vendite. Con la casa d’aste a valuta reale, invece, i giocatori potranno condurre le loro transazioni utilizzando denaro reale, mediante fondi aggiunti ai loro account Battle.net attraverso i metodi di pagamento autorizzati. I giocatori potranno scegliere a quale versione della casa d’aste fare riferimento per ciascuna delle loro transazioni.

Come funziona il sistema di aste?

I giocatori potranno aprire l’interfaccia della casa d’aste da qualsiasi punto del gioco, per fare offerte o mettere all’asta gli oggetti trovati nel gioco. Gli oggetti possono essere venduti dal ripostiglio condiviso (il deposito di oggetti accessibile da tutti i personaggi dello stesso account Battle.net) o dall’inventario di qualsiasi personaggio. Quando l’oggetto viene messo all’asta, il proprietario decide presso quale casa d’aste venderlo, quella a valuta virtuale o reale. L’oggetto viene quindi immagazzinato dal sistema della casa d’aste fino alla scadenza dell’asta o finché non si trova un acquirente. Gli oggetti invenduti ritorneranno nel ripostiglio condiviso del venditore, mentre gli oggetti acquistati appariranno nel ripostiglio condiviso dell’acquirente. In ogni caso, la casa d’aste dedurrà una commissione di transazione nominale fissa dal venditore, il cui ammontare è determinato dall’avvenuta o non avvenuta vendita dell’oggetto (vedi più avanti). Per quanto riguarda la casa d’aste a valuta reale, i giocatori avranno opzioni differenti su come pagare gli oggetti e ricevere i ricavi delle loro vendite, che verranno discusse più avanti in questo documento. Potrebbero esserci alcune differenze fra le varie regioni del mondo per quanto riguarda questo sistema. Forniremo ulteriori dettagli più avanti nel tempo.

Come si determina la tariffa di transazione?

Una commissione di transazione sarà dedotta dal venditore per ogni oggetto messo all’asta. Questa commissione consiste di un costo fisso per la messa all’asta dell’oggetto, che viene pagato qualora l’oggetto venga venduto o meno, e una tariffa di vendita, sottratta solo se l’oggetto viene venduto con successo. Siccome il costo di messa all’asta viene pagato anche se l’oggetto non viene venduto, è nei migliori interessi del venditore mettere all’asta oggetti che ritiene possano interessare altri giocatori a prezzi competitivi. Le tariffe di transazione per la casa d’aste a valuta reale saranno annunciate in seguito e varieranno da regione a regione.
Abbiamo inoltre in programma di sopprimere la commissione di messa all’asta per un numero limitato di transazioni per account. In altre parole, per queste transazioni il venditore pagherà una tariffa di transazione solo se l’oggetto viene venduto, e nella commissione non sarà incluso il costo della messa all’asta. Forniremo ulteriori dettagli a riguardo in futuro.

Perché state creando una casa d’aste basata sulla valuta reale?

Il nostro obiettivo, in tutti i nostri giochi, è di assicurarci che ogni nostro giocatore abbia un’esperienza di gioco divertente, gratificante e sicura. Acquisire oggetti è da sempre parte importante della meccanica di gioco nella serie di Diablo e pertanto molti giocatori hanno iniziato a rivolgersi a venditori alternativi e potenzialmente poco sicuri, come organizzazioni terze operanti nel commercio di valuta virtuale. Molte transazioni fra i nostri giocatori e queste organizzazioni si sono concluse con una brutta esperienza per il giocatore e innumerevoli richieste di assistenza per vere e proprie truffe o furti di oggetti o di account. Proprio per evitare inconvenienti del genere abbiamo voluto creare uno strumento utile, potente e totalmente integrato nel gioco per venire incontro alle richieste dei giocatori che vogliono vendere o acquistare oggetti in cambio di denaro reale e che in assenza di un servizio adeguato si sarebbero rivolti a servizi molto meno sicuri forniti da terzi.

Come funzionerà la casa d’aste a valuta reale?

I giocatori potranno effettuare acquisti presso la casa d’aste a valuta reale utilizzando una modalità di pagamento registrata associata al proprio account Battle.net. Come per altri servizi di acquisto online, i giocatori avranno la possibilità di caricare sul proprio account Battle.net fondi che possono essere utilizzati per l’acquisto di qualsiasi prodotto digitale su Battle.net. I giocatori potranno utilizzare questi fondi non solo per acquistare gli oggetti all’asta, ma anche prodotti come il tempo di gioco o i servizi a pagamento di World of Warcraft. Allo stesso tempo, quando un giocatore vende un oggetto nella casa d’aste a valuta reale, i profitti saranno depositati sul suo Battle.net e potranno essere utilizzati come descritto sopra. Il procedimento potrebbe variare da regione a regione, pertanto forniremo ulteriori dettagli a riguardo con l’avvicinarsi della data di lancio.

I giocatori potranno convertire in valuta corrente i ricavati delle proprie aste in valuta reale, invece di tenerli depositati sul proprio account Battle.net?

Sì. I giocatori avranno l’opzione di associare al proprio account Battle.net una modalità di pagamento approvata e operata da terzi. Fatto ciò, i profitti delle vendite presso la casa d’aste a valuta reale potranno essere depositati presso l’account del servizio di pagamento. A quel punto, l’incasso dei proventi sarà gestito dal servizio di pagamento. Occorre notare che questo procedimento sarà soggetto alle commissioni applicabili da Blizzard e dall’operatore del servizio di pagamento. Inoltre, i proventi della casa d’aste a valuta reale depositati presso l’account Battle.net non saranno trasferibili sul conto del servizio di pagamento operato da terzi. Questo servizio non sarà supportato in tutte le regioni, almeno all’inizio. Dettagli sulle regioni e su quali servizi di pagamento saranno supportati, oltre che sulle commissioni applicate da Blizzard per la conversione in valuta, saranno forniti in futuro.

La versione a valuta reale della casa d’aste sarà facoltativa?

Sì, la casa d’aste a valuta reale sarà un’opzione facoltativa per tutti quei giocatori che vorranno acquistare o vendere oggetti di Diablo III in cambio di denaro reale. I giocatori potranno sempre utilizzare la versione a valuta virtuale della casa d’aste o scambiarsi gli oggetti attraverso il commercio diretto in gioco, da personaggio a personaggio.

Perché dovrei voler pagare in denaro reale per acquistare o vendere oggetti di gioco?

Acquisire oggetti è da sempre una meccanica fondamentale della serie di Diablo. Nei precedenti titoli della serie, i giocatori hanno dimostrato un grande interesse nell’acquistare, vendere e scambiare i loro oggetti utilizzando denaro reale, spesso rivolgendosi a siti e organizzazioni non proprio sicure per questo scopo. La casa d’aste a valuta reale fornisce ai giocatori una modalità sicura e approvata da Blizzard per guadagnare denaro grazie agli oggetti ottenuti giocando Diablo III. Inoltre, questo metodo aiuta a proteggere i giocatori da truffe e siti operati da terzi, offrendo una modalità sicura e già interfacciata con il gioco per cercare e acquistare gli oggetti più adatti per il proprio personaggio e per il proprio stile di gioco, messi all’asta da altri giocatori.
La casa d’aste a valuta reale è completamente opzionale. I giocatori non interessati allo spendere denaro per i loro oggetti potranno fare affidamento sugli oggetti acquisiti nel corso delle loro avventure, agli scambi fra amici e ovviamente alla casa d’aste a valuta virtuale.

Posso giocare su un server senza le aste a valuta reale?

Vogliamo fornire ai nostri giocatori un ambiente divertente e sicuro in cui acquistare e vendere oggetti di gioco utilizzando sia monete d’oro virtuali sia denaro reale e non abbiamo in programma di dividere la comunità lungo questo binario. I giocatori possono partecipare liberamente a tutte le aste, sia quelle a valuta virtuale che quelle a valuta reale, oltre che a decidere di non voler utilizzare nessuna delle due, progredendo in Diablo III grazie agli oggetti trovati durante le proprie avventure o scambiati direttamente con altri giocatori.

Blizzard sta progettando di mettere all’asta armi, armature e altri oggetti in cambio di valuta reale?

La casa d’aste a valuta reale è un luogo in cui i giocatori potranno acquistare o vendere gli oggetti ottenuti in gioco. Blizzard non ha in programma di mettere all’asta oggetti che possano avere effetto sulle meccaniche di gioco, come equipaggiamento o pietre runiche particolari.

Blizzard metterà direttamente oggetti in vendita presso la casa d’aste?

Al momento non abbiamo in programma di mettere oggetti all’asta presso qualsivoglia casa d’aste.

L’introduzione di una casa d’aste a valuta reale significa un cambiamento nei modelli di business e di rendita per Blizzard?

Abbiamo sempre adattato i nostri modelli di business per renderli quanto più appropriati ed efficaci a ogni gioco e ogni regione, e questo è il caso anche per quanto riguarda Diablo III. Il forte orientamento verso l’equipaggiamento è una parte significante del gameplay di Diablo e attorno al gioco si è creato un ecosistema commerciale attivissimo, sebbene una parte significativa di queste transazioni si svolgaattraverso siti operati da terzi e spesso poco sicuri. Questo ha portato a numerosi problemi, che hanno inficiato l’esperienza di gioco e di assistenza clienti a molti giocatori e che abbiamo voluto risolvere. Il nostro obiettivo primario con il sistema d’aste di Diablo III è che questo possa servire da fondamenta per un sistema economico portato avanti dai giocatori che sia sicuro, divertente e accessibile a tutti.

Cosa ci guadagna Blizzard?

Come con altre case d’aste, online o reali, le nostre tariffe saranno strutturate in maniera diversa da regione a regione. Tuttavia, abbiamo in programma di imporre una commissione nominale fissa per ogni oggetto messo all’asta. Questa commissione consisterà di una quota fissa per la messa all’asta dell’oggetto, detratta sia che l’oggetto venga venduto sia che resti invenduto, e una quota fissa aggiuntiva che verrà dedotta solo in caso di vendita dell’oggetto. La commissione fissa sulla messa all’asta di un oggetto aiuterà a incoraggiare prezzi concorrenziali e sensati per gli oggetti all’asta e a scoraggiare la messa all’asta in massa di oggetti che non sarebbero di alcun interesse per i giocatori, ma sarà abolita per un numero limitato di transazioni su ogni account. Per i giocatori che volessero incassare i proventi delle proprie aste mediante servizi di pagamento autorizzati e operati da terzi invece che scaricarli sul proprio account Battle.net, Blizzard sottrarrà una “commissione d’incasso” separata. Dettagli specifici su tariffe e commissioni saranno annunciati in futuro.

Perché dovrei voler utilizzare la casa d’aste a valuta virtuale?

Sappiamo che non tutti i giocatori vorranno o potranno partecipare alle aste in valuta reale, pertanto è stato per noi di primaria importanza fornire loro un’alternativa completamente funzionale e bilanciata.

Posso acquistare valuta virtuale (monete d'oro) dalla casa d’aste a valuta reale?

I giocatori potranno vendere e acquistare oro virtuale attraverso la casa d’aste a valuta reale al prezzo di mercato, ossia quello stabilito dalla comunità di giocatori.

Se non ho più bisogno di un oggetto acquistato presso la casa d’aste, posso rimetterlo all’asta?

Sì. Una volta acquistato un oggetto puoi fare qualsiasi cosa tu voglia con esso, come se lo avessi acquisito nelle tue avventure. Puoi utilizzarlo per te stesso o, dopo un periodo di “raffreddamento”, scambiarlo o donarlo a un altro giocatore, oppure metterlo all’asta in una delle due case d’aste disponibili. In effetti, sarà comune una combinazione delle tre cose: ad esempio, acquistare un oggetto alla casa d’aste, utilizzarlo per un po’ e poi rimetterlo all’asta o scambiarlo con un altro giocatore. A parte alcuni oggetti specifici per le missioni, ci saranno pochissimi oggetti che saranno vincolati al proprio personaggio e non potranno essere scambiati o venduti. La durata del periodo di “raffreddamento” menzionato sopra sarà discussa in futuro.

FUNZIONALITA'

Quali oggetti potranno essere scambiati in Diablo III?

Qualsiasi cosa cada per terra, incluso l’oro, può essere scambiata con altri giocatori direttamente o attraverso la casa d’aste. A parte alcuni oggetti specifici per le missioni, ci saranno pochissimi oggetti che saranno vincolati al proprio personaggio e non potranno essere scambiati o venduti. Abbiamo inoltre in programma di rendere possibile il comprare e vendere personaggi attraverso la casa d’aste. Forniremo maggiori dettagli a riguardo in futuro.

Cos’è la "ricerca intelligente" (smart searching)?

Quando i giocatori accedono all’interfaccia della casa d’aste, saranno in grado di selezionare qualsiasi personaggio di Diablo III presente sul proprio acount Battle.net. La funzione di ricerca intelligente mostrerà quali slot di equipaggiamento possono essere potenziati per questi personaggi ed elencherà gli oggetti presenti nella casa d’aste a seconda dei miglioramenti forniti al personaggio. Sarà possibile inoltre ricercare oggetti con statistiche precise, che corrispondano ai requisiti di una particolare “build” del personaggio.

Come funzionano le offerte?

I giocatori potranno piazzare un’offerta minima e un’offerta massima qualora volessero tentare di tenersi in testa utilizzando il sistema di offerta automatica. Inoltre, potranno controllare lo status delle loro offerte sulla pagina delle offerte per cui sono al momento in testa e delle offerte superate da altri giocatori direttamente dall’interfaccia della casa d’aste.

Posso acquistare immediatamente gli oggetti che voglio avere prima dello scadere dell’asta?

Sì, le case d’aste di Diablo III supporteranno anche la funzione di acquisto immediato, oltre ovviamente alle normali offerte d’asta.

Come pagherò gli oggetti acquistati?

Per la casa d’aste a valuta virtuale, gli acquisti saranno effettuati utilizzando le monete d’oro del gioco. Per la casa d’aste a valuta reale, i giocatori possono effettuare i loro acquisti utilizzando una forma di pagamento registrata da associare al proprio account Battle.net. Come avviene sui servizi di acquisto online più famosi, i giocatori avranno anche l’opzione di caricare sul proprio account Battle.net fondi che possono essere utilizzati per acquistare oggetti presso la casa d’aste a valuta reale. Nota: questo processo potrà variare a seconda della regione. Forniremo ulteriori dettagli con l’avvicinarsi del lancio.

Come riceverò gli oggetti vinti?

Dopo aver vinto un oggetto all’asta, questo sarà disponibile sull’interfaccia della casa d’aste accessibile attraverso il client di Diablo III. I giocatori saranno immediatamente in grado di inviare l’oggetto al loro ripostiglio condiviso (il deposito di oggetti accessibile da tutti i personaggi dello stesso account Battle.net) o mettere nuovamente l’oggetto all’asta, superato il periodo di raffreddamento. La durata di questo periodo sarà discussa in futuro.

Come posso vendere i miei oggetti?

Dall’interfaccia della casa d’aste, i giocatori saranno in grado di selezionare oggetti presenti nel proprio ripostiglio condiviso o dall’inventario di un personaggio. Saranno quindi in grado di mettere all’asta l’oggetto, scegliendo una puntata minima e un prezzo di acquisto immediato.

Come posso incassare i proventi della casa d’aste a valuta reale?

I giocatori avranno l’opzione di associare al proprio account Battle.net una modalità di pagamento approvata e operata da terzi. Fatto ciò, i profitti delle vendite presso la casa d’aste a valuta reale potranno essere depositati presso l’account del servizio di pagamento. A quel punto, l’incasso dei proventi sarà gestito dal servizio di pagamento. Occorre notare che questo procedimento sarà soggetto alle commissioni applicabili da Blizzard e dall’operatore del servizio di pagamento. Inoltre, i proventi della casa d’aste a valuta reale depositati presso l’account Battle.net non saranno trasferibili sul conto del servizio di pagamento operato da terzi. Questo servizio non sarà supportato in tutte le regioni, almeno all’inizio. Dettagli sulle regioni e su quali servizi di pagamento saranno supportati, oltre che sulle commissioni applicate da Blizzard per la conversione in valuta, saranno forniti in futuro.

Acquistare o vendere oggetti presso la casa d’aste può rivelare la mia identità?

No. Tutte le transazioni operate dai giocatori, in entrambe le case d’aste, saranno completamente anonime. Agli altri giocatori non verrà rivelato né il tuo nome reale né il nome del tuo personaggio.

Ci sarà anche una casa d’aste su web e sui dispositivi mobili?

Siamo sempre alla ricerca di opportunità per migliorare l’esperienza di gioco e tenere connesse le nostre comunità di gioco attraverso dispositivi web o mobili. Tuttavia, al momento non abbiamo progetti a riguardo.

Quando sarà disponibile per il testing?

Forniremo maggiori informazioni sui piani per il testing del sistema di aste con l’avvicinarsi della data di lancio.

DETTAGLI SULLE REGIONI

Quali regioni avranno una casa d’aste basata sulla valuta reale?

Abbiamo in programma di attivare la casa d’aste a valuta reale in quante più regioni possibile direttamente con il lancio di Diablo III. Nelle regioni in cui la casa d’aste a valuta reale non sarà disponibile, i giocatori avranno comunque accesso alla casa d’aste a valuta virtuale. Forniremo maggiori dettagli in futuro.

Ci saranno case d’aste separate per ciascuna regione? Mi è permesso piazzare offerte per oggetti messi all’asta da giocatori di un’altra regione?

A causa di molteplici fattori, fra cui le differenze nelle tecnologie, lingue e valute, ci saranno diverse case d’aste separate per servire le diverse comunità di giocatori nel mondo. Condivideremo maggiori dettagli sul funzionamento delle case d’aste per ciascuna regione con l’avvicinarsi del lancio.

Se vivo in Australia/Nuova Zelanda/Sud-Est asiatico, su quale server giocherò Diablo III?

Come per StarCraft II, i giocatori che acquisteranno la versione regionale Australia/Nuova Zelanda/Sud-Est asiatico di Diablo III avranno specifici server regionali, con meno latenza e più azione nelle ore di punta. Sebbene incoraggiamo i nostri giocatori in quella regione a utilizzare i loro server regionali, sappiamo bene che molti di essi hanno stretto amicizie durature con giocatori nordamericani e vorrebbero continuare a giocare con loro. Pertanto, daremo ancora una volta accesso ai giocatori provenienti da Australia/Nuova Zelanda/Sud-Est asiatico a entrambi i server regionali, dimodoché possano giocare dove preferiscono.

E questo che impatto avrà sugli oggetti che ho acquistato alla casa d’aste?

Gli acquisti effettuati presso la casa d’aste rimarranno sui server della regione d’acquisto. Gli oggetti acquistati sui server della regione Australia/Nuova Zelanda/Sud-Est asiatico sono legati ai server stessi e non possono essere trasferiti ai server nordamericani (e viceversa). Tienilo a mente quando effettui i tuoi acquisti alla casa d’aste.

Quali valute saranno disponibili? In che valuta saranno visibili gli oggetti all’asta? I giocatori potranno acquistare oggetti utilizzando carte di credito o conti bancari locali?

Il nostro obiettivo è di rendere l’esperienza della casa d’aste semplice e priva di problemi in ogni regione. Pertanto, stiamo esplorando diverse opzioni di valuta e pagamento per raggiungere quest’obiettivo. Forniremo maggiori dettagli con l’avvicinarsi del lancio.

MECCANICHE DI GIOCO

Potrò usare mod progettati da terzi per tracciare i prezzi delle aste?

Per una serie di ragioni legate al gameplay e alla sicurezza, bot e mod non saranno supportati in Diablo III e saranno espressamente proibiti dalle condizioni di utilizzo del gioco.

I personaggi giocati in modalità Hardcore possono usare la casa d’aste a valuta reale?

No. I personaggi Hardcore avranno solo la possibilità di acquistare e vendere oggetti con gli altri giocatori Hardcore attraverso una casa d’aste a valuta virtuale fatta apposta per l’utilizzo esclusivo da parte dei personaggi Hardcore. Non potranno quindi utilizzare la casa d’aste a valuta reale.
La modalità Hardcore è stata progettata per fornire un’esperienza di gioco ottimale ai giocatori che amano il senso di pericolo costante dovuto al fatto che la morte del proprio personaggio è permanente. Tutti gli oggetti di un personaggio Hardcore saranno persi per sempre se il personaggio muore, quindi per evitare il rischio che un giocatore spenda denaro reale su un oggetto che può essere perduto per sempre qualora il personaggio muoia, abbiamo deciso di impedire l’utilizzo della casa d’aste a valuta reale in modalità Hardcore.

Se il mio personaggio muore in modalità Hardcore, perderò anche gli oggetti acquistati nella versione “Hardcore” della casa d’aste per quel personaggio?

Sì. I personaggi Hardcore avranno accesso unicamente a una casa d’aste a valuta virtuale fatta apposta per l’utilizzo esclusivo da parte dei personaggi Hardcore. Non potranno utilizzare la casa d’aste a valuta reale e non potranno scambiarsi gli oggetti con personaggi non-Hardcore. La modalità Hardcore è stata progettata per quei giocatori che amano giocare con il rischio di perdere permanentemente il proprio personaggio qualora questo muoia, assieme a tutti i suoi oggetti.

I giocatori che non acquisteranno oggetti dalla casa d'aste si troveranno in svantaggio?

Tutti gli oggetti disponibili presso la casa d'aste possono essere ottenuti in gioco. Il sistema di aste è stato progettato per facilitare lo scambio di oggetti (che possono anche essere scambiati attraverso il commercio diretto fra personaggi). Diablo III è principalmente un gioco cooperativo: sebbene offra anche modalità di combattimento giocatore contro giocatore, pensiamo che un sistema di commercio solido renda l'esperienza di gioco cooperativo molto più godibile.

Posso semplicemente acquistare subito gli oggetti più potenti e dominare il gioco?

Gli oggetti avranno un livello minimo di utilizzo: il tuo personaggio non potrà utilizzare un oggetto prima di aver raggiunto il livello minimo necessario per quell’oggetto.

ASSISTENZA CLIENTI

Che succede se un giocatore non riceve un oggetto acquistato?

Il processo di aste è automatizzato, ma se un giocatore acquista un oggetto e per qualche motivo non lo riceve, potrà contattare in qualsiasi momento il nostro servizio di assistenza clienti, che si occuperà del problema.

Che succede se dopo una patch l’oggetto che ho acquistato viene alterato?

Per noi è importante rendere Diablo III quanto più bilanciato e divertente possibile, anche a distanza di anni dal lancio. Pertanto, potrebbe essere necessario alterare statistiche e abilità di determinati oggetti di tanto in tanto. Occorre tener conto del fatto che Blizzard non concederà rimborsi o altre soluzioni qualora un oggetto acquistato sia alterato in una patch. Detto questo, spetta ai giocatori determinare se vogliono acquistare oggetti presso la casa d’aste a valuta reale.

Qualcuno ha acquistato un oggetto con il mio account senza il mio permesso. Posso essere rimborsato?

Condividere l’account non sarà permesso dalle condizioni di utilizzo di Diablo III. In caso di account compromesso, il nostro team di assistenza clienti valuterà la situazione e prenderà le misure necessarie.

Ho perduto o distrutto accidentalmente un oggetto acquistato. Potete restituirmelo?

No. Dopo l’acquisto di un oggetto, il giocatore è l’unico responsabile di qualsiasi uso dello stesso oggetto.

Come tratterete bot e cheaters?

Prendiamo queste cose con la massima serietà e abbiamo progettato in Diablo III e Battle.net contromisure apposite per scovare e prevenire il gioco scorretto. Inoltre, abbiamo politiche anti-cheat che ci permetteranno di prendere i provvedimenti adeguati a qualsiasi problema possa sorgere.

 

Diablo 3 - Casa d'Aste: panoramica ufficiale in italiano

E-mail Stampa PDF
(1 voto, media: 5.00 di 5)

Casa d'Aste di Diablo 3: la Panoramica ufficiale in italiano

diablo 3 beta casa d'aste

Dopo la presentazione di ieri, Blizzard aggiorna il suo sito ufficiale aggiungendo informazioni sull'attesissima Beta di Diablo 3. Sul minisito disponibile a questo indirizzo possiamo quindi trovare le FAQ e la Panoramica generale su Beta e Casa d'Aste, e tutto in italiano!

Dopo interminabili ore passate a consultare antiche profezie, a sfogliare tomi polverosi, abbiamo portato alla luce una messe di nuove informazioni su Diablo III. L'imminente beta test di Diablo III introdurrà tantissime nuove caratteristiche, come una nuova casa d'aste che fornirà ai personaggi un nuovo modo di acquisire armi ed equipaggiamenti. Preparati!

Panoramica sulla casa d'aste di Diablo III

Stiamo introducendo un potente sistema di casa d'aste che fornirà ai giocatori un modo sicuro, divertente e facile per comprare e vendere i tesori che ottengono come bottino nel gioco. Gli oggetti si possono vendere e acquistare usando sia denaro reale sia le monete d'oro del gioco.

casa d'aste diablo 3Un modo più facile di commerciare

Certo, uccidere mostri, demoni e cultisti è un metodo infallibile per ottenere una tonnellata di nuovi tesori casuali in Diablo III, ma con la nuova funzione della casa d'aste sarà più facile che mai dare al tuo personaggio esattamente gli oggetti che stai cercando. Puoi anche mettere in vendita gli oggetti che non ti servono: altri giocatori stanno disperatamente cercando quello che hai tu!

Non ti serve? Mettilo all'asta!

casa d'aste diablo 3

Praticamente quasi tutto quello che trovi nel gioco, incluso l'oro, può essere scambiato con altri giocatori direttamente o attraverso il sistema della casa d'aste. Perciò, supponiamo che tu sia uno sciamano e che abbia appena trovato un'ascia incredibilmente rara e potente utilizzabile solo dai barbari. Negli episodi precedenti di Diablo, la tua migliore opzione sarebbe stata venderla a uno dei mercanti del gioco, ma in Diablo III hai la possibilità di mettere all'asta quell'ascia cosicché chi ha un personaggio barbaro possa fare delle offerte. E stai pur certo che un altro giocatore apprezzerà il vero valore di quell'ascia più di un gretto mercante, che probabilmente finirebbe per fonderla...

casa d'aste diablo 3

Incredibili funzioni di ricerca

La funzione di "ricerca intelligente" della casa d'aste può smistare gli oggetti automaticamente in base ai potenziamenti più utili al tuo personaggio. Inoltre, la ricerca dell'equipaggiamento migliore per più personaggi legati allo stesso account di Battle.net si può svolgere dalla medesima interfaccia senza bisogno di disconnettersi.

La scelta è tua

casa d'aste diablo 3

L'uso della casa d'aste a denaro reale o a monete d'oro è del tutto facoltativo e il funzionamento di entrambe le versioni della casa d'aste è lo stesso: puoi scegliere tu quale usare in base agli oggetti che trovi. Inoltre, i giocatori possono sempre vendere ai mercanti gli oggetti che ottengono in cambio di oro. Possono anche cedere gli oggetti ad altri giocatori attraverso un sistema di commercio diretto previsto dal gioco in cambio di oro, di altri oggetti o semplicemente di una travolgente sensazione di bontà.

Solo per giocatori

casa d'aste diablo 3

La casa d'aste a denaro reale fornisce ai giocatori un metodo di guadagno intuitivo e autorizzato da Blizzard attraverso la vendita degli oggetti che si ottengono in Diablo III. Così i giocatori sono protetti dalle truffe e dai furti spesso associati a siti esterni di dubbia fama: un metodo sicuro e completamente interno al gioco per ottenere e comprare gli oggetti che vuoi per i tuoi personaggi.

Sicuro e consacrato

casa d'aste diablo 3

La casa d'aste a denaro reale fornisce ai giocatori un metodo di guadagno intuitivo e autorizzato da Blizzard attraverso la vendita degli oggetti che si ottengono in Diablo III. Così i giocatori sono protetti dalle truffe e dai furti spesso associati a siti esterni di dubbia fama: un metodo sicuro e completamente interno al gioco per ottenere e comprare gli oggetti che vuoi per i tuoi personaggi.

Più rapido di un Colpo a Sette Direzioni

casa d'aste diablo 3

I venditori possono mettere all'asta gli oggetti di qualunque personaggio di Diablo III legato al loro account Battle.net o provenienti dal loro ripostiglio condiviso (uno spazio d'inventario aggiuntivo accessibile a tutti i personaggi del loro account), senza disconnettersi. Dopo che un acquirente avrà vinto un'asta, l'oggetto potrà essere immediatamente usato nella perenne lotta contro le forze degli Inferi Fiammeggianti.

 

Diablo 3 - Beta di Diablo 3: FAQ ufficiali in italiano

E-mail Stampa PDF
(2 voti, media: 5.00 di 5)

Beta di Diablo 3: FAQ ufficiali in italiano

diablo 3 beta

Dopo la presentazione di ieri, Blizzard aggiorna il suo sito ufficiale aggiungendo informazioni sull'attesissima Beta di Diablo 3. Sul minisito disponibile a questo indirizzo possiamo quindi trovare le FAQ e la Panoramica generale su Beta e Casa d'Aste, e tutto in italiano!
Dopo interminabili ore passate a consultare antiche profezie, a sfogliare tomi polverosi, abbiamo portato alla luce una messe di nuove informazioni su Diablo III. L'imminente beta test di Diablo III introdurrà tantissime nuove caratteristiche, come una nuova casa d'aste che fornirà ai personaggi un nuovo modo di acquisire armi ed equipaggiamenti. Preparati!

Domande frequenti sulla beta di Diablo III

Quali sono i vostri obiettivi per questa beta?

beta di diablo 3Lo scopo principale del beta test di Diablo III è di provare il nuovo hardware, vedere come resiste l’infrastruttura server-client e scovare bug nei processi di installazione e di patch. Siamo inoltre alla ricerca di feedback sull’esperienza di gioco e sulle differenti classi. Il beta test ci aiuterà ad assicurarci che il prodotto, una volta pubblicato, sarà stabile e divertente, permettendoci di rendere Diablo III un’esperienza di gioco quanto più vicina alla perfezione ci è possibile.

Come mi iscrivo al beta test di Diablo III?

Per iscriverti al beta test di Diablo III e ai futuri beta test per i titoli Blizzard Entertainment, devi prima creare un account Battle.net. Fatto ciò, potrai iscriverti al beta test di Diablo III e ai futuri beta test per i giochi Blizzard Entertainment attraverso la procedura di iscrizione alle beta. Per iniziare, clicca su impostazioni del profilo beta nella pagina di gestione dell’account Battle.net. Nota bene: iscriverti a un beta test attraverso questa procedura non assicura automaticamente un invito.

Se mi iscrivo alla beta di Diablo III, come saprò se sono stato scelto per parteciparvi?

Se sarai scelto, riceverai una e-mail da Blizzard in cui ti verrà chiesto di connetterti al tuo account Battle.net su www.battle.net, se non ne hai già uno. Sarai quindi in grado di scaricare il client beta direttamente dalla pagina di gestione dell’account Battle.net. Abbiamo in programma di invitare i giocatori in più fasi, quindi se non ricevi un invito all’inizio del beta test, non disperare: c’è sempre la possibilità di riceverne uno in una fase successiva.

Alla BlizzCon sono state promesse 1,000 chiavi beta di Diablo III; come saprò se ne ho vinta una?

beta di diablo 3Invieremo delle e-mail con le chiavi beta ai vincitori, assieme a istruzioni ben dettagliate su come accedere al beta test. I giocatori che riceveranno una chiave beta dovranno creare un account Battle.net, cliccare su “Aggiungi o aggiorna un gioco” nella pagina di gestione dell’account e inserire la chiave. A quel punto il client beta potrà essere scaricato direttamente dalla pagina di gestione dell’account Battle.net.

Quanto durerà la beta?

Non abbiamo fissato una data precisa per la fine del beta test. I partecipanti saranno notificati quando il beta test si avvicinerà al termine.

Quanti giocatori avete in programma di invitare al beta test?

Il numero di giocatori che inviteremo sarà basato sulle nostre esigenze durante il test. Se nel corso del test determineremo di aver bisogno di più giocatori, ne inviteremo altri.

Come saranno scelti i partecipanti alla beta fra tutti gli iscritti?

I partecipanti saranno selezionati in base alle loro specifiche di sistema e altri fattori, fra cui un po’ di fortuna. Il nostro obiettivo è di avere un’ampia gamma di sistemi per testare al meglio la compatibilità.

Quali regioni potranno partecipare al beta test?

Tutte le regioni potranno partecipare al beta test di Diablo III. Tuttavia, per avere un processo più efficiente e per poter pubblicare il gioco il prima possibile, attiveremo l’hardware per la beta in fasi distinte, iniziando con il Nord America. Ciò significa che i giocatori di altre regioni potrebbero avere dei problemi di latenza agli inizi. Una volta ottimizzate le impostazioni dell’hardware, attiveremo anche le altre regioni. Questo dovrebbe garantire a tutti i beta tester una connessione migliore alle regioni che si connetteranno di volta in volta alle nuove infrastrutture hardware

Quale contenuto di gioco sarà incluso nella beta?

Potrai provare tutte e 5 le classi di personaggi e provare i primi livelli di Diablo III, dall’inizio del gioco all’incontro con lo Skeleton King. Potrai interagire con personaggi nuovi e vecchie conoscenze in New Tristram e combattere gli agenti del male, risvegliati dalla cattedrale maledetta di Tristram. Proverai inoltre gli elementi casuali di Diablo III e molte delle novità con le quali abbiamo migliorato il design originale di Diablo.

Il mio progresso in beta sarà salvato una volta lanciato il gioco?

No, il fine di questo beta test è assicurarci che il gioco e l’infrastruttura hardware siano pronti il prima possibile. Il vantaggio principale nel partecipare è l’essere fra i primi a giocare parti consistenti del gioco prima della data di lancio. Tuttavia, una volta lanciato il gioco tutti i giocatori inizieranno allo stesso livello.

La casa d’aste di Diablo III sarà disponibile nella beta?

Sì, abbiamo in programma di testare la funzionalità della casa d’aste di Diablo III durante la fase beta.

Gli utenti Mac potranno partecipare alla beta?

Sì, gli utenti Mac potranno partecipare alla beta assieme agli utenti Windows.

 

Diablo 3 - Beta di Diablo 3: la Panoramica ufficiale

E-mail Stampa PDF
(3 voti, media: 5.00 di 5)

Beta di Diablo 3: la Panoramica ufficiale

casa d'aste diablo 3

Dopo la presentazione di ieri, Blizzard aggiorna il suo sito ufficiale aggiungendo informazioni sull'attesissima Beta di Diablo 3. Sul minisito disponibile a questo indirizzo possiamo quindi trovare le FAQ e la Panoramica generale su Beta e Casa d'Aste, e tutto in italiano!

Dopo interminabili ore passate a consultare antiche profezie, a sfogliare tomi polverosi, abbiamo portato alla luce una messe di nuove informazioni su Diablo III. L'imminente beta test di Diablo III introdurrà tantissime nuove caratteristiche, come una nuova casa d'aste che fornirà ai personaggi un nuovo modo di acquisire armi ed equipaggiamenti. Preparati!

Panoramica sul beta test di Diablo III

Dopo 10 anni di attesa da Diablo II (2000) e dalla sua espansione, Diablo II: Lord of Destruction (2001), Blizzard Entertainment torna ad arricchire la sua celebre serie di giochi di ruolo d'azione con Diablo III. Il beta testing di Diablo III è imminente, e alcuni utenti selezionati saranno tra i primi al mondo a r iprendere la lotta contro i demoni degli Inferi Fiammeggianti e a esplorare parte del primo, intrigante atto del gioco.

diablo 3 beta

Fermati e ascolta!

Fermati a parlare con Deckard Cain a Nuova Tristram per scoprire rapidamente tutto ciò che è successo a Sanctuarium dai tempi di Diablo II. Interagisci con gli abitanti del villaggio e presentati a Leah per immergerti nel mondo e nella storia di Diablo.

diablo 3 beta

Scegli il tuo eroe con saggezza

Nel beta testing sarà possibile giocare con tutte e cinque le classi di personaggi: il Barbaro dalla doppia arma, lo spaventoso sciamano, il Mago Elementale, l'agile Monaco e il letale Cacciatore di Demoni. Ciascun personaggio è in grado di annientare i demoni e i non morti di Sanctuarium in modi unici e spettacolari.

diablo 3 beta

Chi ha paura del grande e grosso Re Scheletro?

Il male si è risvegliato nelle viscere della Cattedrale di Tristram e il Re Scheletro, già sconfitto in passato, è tornato ad affliggere il piccolo villaggio con orrori raccapriccianti. La beta metterà i giocatori sulle tracce di questo redivivo antagonista della serie Diablo. Essi dovranno lottare per riportare pace e serenità a Nuova Tristram e mettere fine una volta per tutte all'anima tormentata di Re Leoric.

diablo 3 beta

Buona compagnia in tempi difficili

Durante il beta testing, i giocatori potranno incontrare e interagire con alcuni degli Artigiani e dei seguaci di Sanctuarium. Questi personaggi agevoleranno il cammino dell'eroe in modi diversi, fornendo preziosi servizi o combattendo valorosamente al suo fianco.

diablo 3 beta

C'è qualcosa di diverso...

Grazie agli elementi casuali di Diablo III, ogni partita del beta testing sarà vissuta come una nuova esperienza. Gli elementi casuali, che includono mappe, distribuzione dei mostri, eventi prestabiliti e bottini, conferiscono a Diablo III una grande rigiocabilità.

diablo 3 beta

Andiamo a caccia (di tesori)

Trovare, raccogliere, potenziare, vendere e acquistare oggetti è sempre stato uno degli elementi centrali della serie Diablo e, come i capitoli precedenti, anche Diablo III è stato progettato per rendere le ricompense divertenti e sorprendenti tanto quanto le sfide. Nel corso del beta testing, i giocatori potranno pregustare, a ogni nemico ucciso, la sensazione di poter finalmente trovare l'oggetto adatto in grado di portare il proprio personaggio a un nuovo livello di potere distruttivo.

diablo 3 beta

Modellalo come vuoi

Ogni personaggio è potenzialità allo stato puro. Quale combinazione di abilità, armi, armature e potenziamenti (compresi gemme, portafortuna e pietre runiche) sceglierai per il tuo eroe? Grazie alle infinite possibilità di personalizzazione degli personaggi, i partecipanti al beta testing di Diablo III potranno cominciare a sperimentare cosa significhi essere unici.

 

Diablo 3 - Niente mod e DRM sempre online

E-mail Stampa PDF
(2 voti, media: 5.00 di 5)

Diablo 3: niente mod e DRM sempre online

diablo 3 leoric

Passano e ore e la Community di Diablo si infiamma sempre più, dopo questo Media Event che sembra aver bastonato su tutti i fronti gli appassionati della saga ambientata a Sanctuary. Dopo la rimozione dei punti stats, dei punti abilità e la casa d'aste dove commerciare con soldi reali, ecco altri due punti che faranno storcere il naso a molti appassionati: le mod non saranno supportate, anzi, direttamente vietate e per giocare sarà necessario essere sempre collegati a Battle.net.

Se ne parla in questo articolo di Tom's Hardware, di cui cito alcuni passi:
Blizzard ha dichiarato che Diablo 3 userà un sistema di DRM che necessiterà una connessione a Internet permanente. Un brutto colpo per i fan dell'atteso gioco di ruolo, ma le cattive notizie non finiscono qui perché l'azienda ha specificato che le mod non saranno supportate. Ma andiamo con ordine.

La politica di connessione perenne per giocare segue lo stile promosso recentemente da Ubisoft (Ubisoft: il nostro DRM è un successo contro i pirati) e usato da Blizzard in titoli come World of Warcraft e di StarCraft 2, anche se in quest'ultimo si poteva aggirare il "problema". L'azienda ha specificato che questa decisione arriva dalla volontà di offrire un servizio migliore grazie alle nuove caratteristiche di Battle.net, la piattaforma di gioco online gratuita di Blizzard.

Tuttavia, i miglioramenti a Battle.net non sono l'unico motivo che ha spinto Blizzard a usare questo tipo di DRM. Come confermato dall'azienda stessa, anche la volontà di combattere la pirateria e i cheater (gli utenti che usano trucchi per barare nel gioco) ha pesato nella scelta di questo sistema.

Rob Pardo ha specificato che l'azienda non avrebbe potuto riconoscere un giocatore che avesse fatto crescere il proprio personaggio offline usando trucchi, mentre in questo modo il problema non si pone nemmeno. Inoltre, i giocatori potranno comunque giocare la campagna da soli contro il PC, ma dovranno farlo collegandosi a Battle.net.

"È la politica che stiamo seguendo da diversi anni a questa parte", ha dichiarato il produttore senior del gioco Alex Mayberry. "Sia StarCraft 2 che WoW usano un sistema simile d'autenticazione. È il modo in cui vanno le cose in questi giorni. Il mondo dei videogiochi non è lo stesso di quando è uscito Diablo 2".
Passiamo poi alla questione mod, altro argomento molto caro ai player di Diablo:
Gli sviluppatori di Diablo 3 hanno deciso di non includere il supporto alle mod, che saranno addirittura proibite. Le motivazioni principali riguardano la volontà di offrire la stessa esperienza di gioco a tutti gli utenti, senza trucchi e cheat. Tuttavia, siamo sicuri che questa mossa rovinerà la festa a molte persone, soprattutto agli utenti interessati esclusivamente alla modalità a giocatore singolo.

Ricordiamo infatti che i primi due Diablo sono giocati tuttora, a distanza di anni, grazie all'incredibile apporto delle mod che permettono ai giocatori di aggiustare ed estendere la loro esperienza di gioco. Perdere questa funzione in Diablo 3 danneggerà sicuramente la sua longevità.
Infine, ecco l'argomento di discussione principe della giornata, la possibilità di commerciare oggetti attraverso denaro reale:
Il gioco permetterà di vendere e comprare oggetti da tutti gli utenti, usando soldi veri e non una valuta virtuale. I giocatori potranno così mettere i loro beni preziosi all'asta e riuscire a racimolare un gruzzoletto.

"Crediamo che questa funzione aggiunga molta profondità al gioco", ha dichiarato Rob Pardo. "Se ho più denaro che tempo posso comprare oggetti che mi facilitino il gioco, gli utenti più appassionati possono invece ricavare qualche beneficio. Questa è una cosa che i giocatori volevano fortemente. Sappiamo che alcuni utenti sarebbero riusciti a fare qualcosa di simile in altri modi (NdR poco leciti). Così invece possiamo fornire un'esperienza sicura, divertente e sensazionale", sostiene Pardo.

Il riferimento è alla pratica di gold farming, cioè giocare a un MMO con lo scopo di acquisire risorse (come oro, oggetti o armi) da rivendere ad altri utenti, solitamente contro il volere dell'azienda. Di fatto questa è una legalizzazione di questo fenomeno, con transazioni più sicure e vigilate da Blizzard.
Clicca qui per leggere l'articolo completo su Tom's Hardware

 

Diablo 3 - Diablo 3 Beta: il resoconto di DiabloFans

E-mail Stampa PDF
(4 voti, media: 5.00 di 5)

Diablo 3 Beta: il resoconto di DiabloFans

diablo 3 beta


Ecco il resoconto di Diablofans.com, redatto da Sixen, sul Media Event che ha coinvolto alcuni fortunati Fansite che ruotano attorno all'universo di Diablo. Come sapete Blizzard ha indetto un'evento stampa dove è stata presentata pubblicamente la Beta di Diablo 3. Già alcune ore prima lo scadere del NDA si sono scatenate una marea di discussioni riguardanti feature decisamente controverse, e stravolgimenti a sistemi che erano dati ormai per assodati.
Immergiamoci quindi nel viaggio che ha portato Sixen a provare di persona, in anteprima, la Beta di Diablo 3.
Era più di un mese da quando annunciai che Force e io saremmo andati al BlizzardHQ (dopo 2 mesi dall'ultima volta che ero andato!), e so che siete tutti eccitati nel sentire quali sono tutte le informazioni che abbiamo da dirvi. Volevo solo farvi sapere che non è stato facile mantenere tutto segreto! Eravamo praticamente pieni zeppi di informazioni quando siamo tornati a casa, ma ce l'abbiamo fatta! Per quelli di voi che non vogliono leggere tutto il post, che comprende un percorso dettagliato attraverso l'intera giornata alla Blizzard, così come un sacco di informazioni di gioco, possono passare alla versione TLDR in basso, che è solo un elenco puntato di informazioni importanti. E ora iniziamo.

L'inizio

diablo 3Ho preso un volo per la California, nella tarda notte di Martedì e non riuscivo assolutamente a prender sonno... ma chi può dormire sapendo che sta andando a giocare a Diablo 3?! Con questo in mente, mi sono svegliato Mercoledì mattina e fui il primo ad arrivare presso la sede Blizzard, un po' prima delle 09:00. Mentre me ne stavo lì a guardare i membri della stampa arrivare lentamente nella hall principale, la voglia di giocare continuava a crescrere sempre più dentro di me. Ho firmato il mio NDA e poi mi sono seduto a chiacchierare con Force, Bashiok, Ryan (PR di Diablo), e alcuni altri compagni che hanno continuato ad entrare e ad uscire dalle conversazioni fino alle 10:00 circa, quando ci condussero nel Teatro Blizzard per la loro lunga presentazione durata 2 ore sulle nuove caratteristiche del gioco.

Mentre eravamo tutti seduti in attesa e ansiosi per quello che stava per accadere, un microfono si accese e ci dissero che stavamo per intravedere il video introduttivo del gioco, che mi permetto di aggiungere, era assolutamente bellissimo. Iniziava in modo simile a ai film Marvel, con le immagini tipo fumetto, che diventano poi reali. Immaginatelo così, ma con quelle aquile [corvi?] del filmato introduttivo di Diablo 1, così come Diablo, e alcuni angeli, e ambientato in un paesaggio che sembra il deserto. Da lì, si vedono angeli cadere dal cielo e demoni correre disordinatamente sulla terra, fino a quando le due forze si scontrarono, e poi... lo schermo diventa nero. Per il resto dovremo attendere di mettere le mani sul gioco. Poco dopo, Chris Metzen è venuto a parlarci del Lore della serie Diablo, preparando il terreno per capire i fatti che accadono in Diablo 3. Anche se, è opportuno ricordare che alcuni eventi del Lore dei precedenti capitoli sono stati modificati: il Viandante Oscuro, che era anche il Guerriero di Diablo 1 è ora il figlio maggiore di Re Leoric, facendo ruotare il gioco originale in qualche modo intorno alla famiglia di Leoric. E' stato anche detto che il Libro di Cain racconta dei 20 anni di distanza tra Lord of Destruction e Diablo 3, dalla prospettiva di Deckard Cain.

Diablo 3 inizia poi con eventi di tipo apocalittico, con il fuoco che cade dai cieli, e a Tristram i morti si risvegliano dal loro sonno (il che spiega perchè combatteremo di nuovo contro Re Leoric). Questi eventi misteriosi condurranno gli eroi a Tristram, dove incontreranno Leah, che sta cercando anch'essa delle risposte a questi eventi, che erano già stati profetizzati molto tempo fa (l'"End of Days" e "Fallen Star"). Leah, che è la figlia adottiva di Cain (sin dall'età di 8 anni), è anche la vera figlia di Adria la strega, di Diablo 1. Durante il gameplay, Leah vi porterà alla Capanna di Adria.
diablo 3 beta
Dopo le dettagliate informazioni sul Lore di Metzen, si alzò in piedi Jay Wilson, pronto a presentarci a qualche epico filmato di gioco per ciascuno dei personaggi, così come alcuni filmati dei personaggi (come quello del Cacciatore di Demoni in versione maschile). Jay ha mostrato alcune abilità piuttosto belle per ogni classe, così come alcune caratteristiche importanti/modifiche che dobbiamo conoscere. La prima è che il talismano è stato rimosso (e lo sapevamo già) ed è stato sostituito da 3 Quest-item, che otterremo nell'Atto I. Questi tre oggetti sono: per il Cauldron of Jordan (Calderone di Jordan), il Nephalem Cube (Cubo dei Nephalem), e la Stone of Recall (Pietra del Richiamo). Il Calderone di Jordan viene utilizzato per vendere oggetti direttamente dal campo di battaglia di Sanctuary, che ci permette di non dover tornare in città per svuotare l'inventario (la Pergamena della Ricchezza è stata rimossa).

Il Cubo viene utilizzato per riciclare gli oggetti, come abbiamo già sentito al BlizzCon scorso, e la Pietra del Richiamo è fondamentalmente una Hearthstone [WoW]. Bashiok aveva detto che ci sarebbe stati i Town Portal, sotto una qualche forma, e questo è il ruolo di questa pietra. Siamo in grado di tornare in città, quando ne abbiamo bisogno, e la pietra crea un portale dalla posizione che abbiamo appena lasciato. Questo permette di tornare alla posizione precedente con facilità per continuare a combattere. Vale anche la pena notare che attualmente non ci sono cooldown sui portali. Vorrei anche ricordare che il nuovo nascondiglio (è solo a livello di account, non ci sono stash personali) è ENORME! E' più grande del nascondiglio di LoD e ha 5 diverse pagine, che dovremo comprare con dell'oro per accederci, espandendolo ancora di più.

diablo 3 betaOltre ai tre nuovi oggetti e le informazioni sul nascondiglio, ci hanno detto che il sistema delle Abilità è stato rinnovato. Invece di 7 abilità attive, ora ne possiamo usare solo 6. Inoltre, il sistema dei Tratti è stato rimosso e trasformato in una selezione di "abilità passive" nella finestra delle abilità, pulendo molto l'interfaccia utente, che ora ci permette di scegliere abilità e "tratti" (abilità passive) in un'unica finestra. Possiamo avere solo fino a 3 abilità passive. Si comincia il gioco con solo 2 abilità attive e nessuna passiva. Gli ultimi quattro slot per le abilità attive possono essere sbloccati a livello 6, 12, 18, e 24, e i tre slot per le abilità passive sono sbloccati a livelli 10, 20 e 30. Quindi, completando il gioco a difficoltà Normale, si dovrebbe avere sbloccato tutti gli slot abilità possibili. I punti abilità sono stati rimossi. Una volta raggiunto un certo livello, si sblocca abilità X e/o l'abilità passiva X che è possibile usare o scambiare come meglio si crede. Anche in questo caso, però, si possono avere solo 6 abilità attive e 3 passive in ​​un dato momento. Il ragionamento dietro questa decisione è quello di cambiare lo stile di pensiero ereditato da Diablo 2, dove si tenevano da parte tutti i punti abilità per metterli nella migliore skill una volta raggiunto il tier più alto. Jay ha detto che hanno visto che i loro dipendenti (in alpha) mettevano tutti i loro punti ad esempio in Magic Missile, fino a quando non sbloccavano Arcane Orb. Poi facevano respec, e scaricavano tutti i loro punti in Arcane Orb, fino a quando non sbloccavano l'abilità di livello successivo, ecc... Questo sistema non ha molto senso e permette di scambiare abilità/abilità passive ogni volta che si vuole "testare" le skill senza sprecare punti. Senza punti abilità, le skill sono bilanciate con il livello / equipaggiamento. Ad esempio, una abilità come Bash scala con il danno dell'arma, mentre altre come Disintegrate scalerà con livello. Sì, grandi cambiamenti! Sono un grande fan del nuovo sistema delle abilità/passive. Come ho detto prima, si pulisce veramente l'interfaccia utente attraverso il consolidamento del sistema in una sola finestra, e la possibilità di swappare le abilità è impressionante. Vuol dire che non si avrà mai bisogno di fare respec, che a sua volta significa che non avrò mai bisogno di avere più di un personaggio per tipo di classe (a meno che non voglio un maschio/femmina). Questo sistema mi permetterà di giocare e testare ogni abilità nella mia build senza punizioni, che è una cosa positiva.

Hanno inoltre rivelato la risorsa del Demon Hunter, che prima era sconosciuta, salvo che per piccoli rumors. In sostanza, il Demon Hunter utilizza due risorse, che non si influenzano reciprocamente. Sono due risorse completamente separate: l'Odio e la Disciplina. Si può pensare all'Odio come la risorsa del Wizard, Potere Arcano, perché si rigenera piuttosto rapidamente. La Disciplina invece si rigenera ad un ritmo più lento. Alcune abilità interessanti che vale la pena ricordare sono: Archon del Wizard, che trasforma il personaggio in un essere fatto di energia, che cambia completamente le sue abilità per X secondi. Il Barbaro aveva anche una capacità simile, chiamata Wrath of the Berserker, che... in pratica lo trasforma in Super Saiyan. Inoltre hanno mostrato uno dei nuovi pet del Witch Doctor, il Gargantuan, e alcuni di Mantra (aure) del Monaco.


Dopo la presentazione di Jay sulle nuove caratteristiche di gioco e abilità, si alzò Rob Pardo iniziando la sua presentazione in power point su Battle.net. Ha iniziato rievocando i giorni sulla vecchia B.net 1.0, lanciata con Diablo 1 e successivamente aggiornata con Diablo 2. Ha poi continuato a spiegare che Battle.net 2.0 includerà partite pubbliche, un sistema di matchmaking PvP, un sistema di join-rapido, e co-op per di giocare con i nostri amici. Ha anche introdotto quello che viene chiamato il "Sistema Banner", e che è semplicemente quello che sembra: un banner che viene utilizzato per rappresentare i nostri personaggi. Questo banner è completamente personalizzabile, in base agli archievement che abbiamo ottenuto: a che livello siamo, le partite PvP che abbiamo vinto, la difficoltà alla quale abbiamo completato il gioco, e certo numero di altre cose. Inoltre, durante il gioco, i giocatori possono anche cliccare sul nostro banner dalla città per teletrasportarsi direttamente da noi e unirsi a noi nell'azione.

diablo 3 betaEd ecco che arriva la bomba: ha introdotto la casa d'aste. La casa d'aste per scambi con soldi veri. Sì, una casa d'aste dove si comprano/vendono oggetti con denaro reale. Non appena ha annunciato questa cosa, è caduto il silenzio, anche se non riuscivo a smettere di dire tra me e me "Coooosa?" e volendo anche dirlo a voce alta, per rompere il silenzio che permeava tutta la stanza. Ha continuato dicendo che ci sarebbe stata una casa d'aste basata interamente su denaro reale. Sulla casa d'aste ci sarà anche un sistema di autobidding, con la ricerca intelligente degli oggetti e trasferimenti sicuri. Mi sembrava come se avesse aspettato un paio di diapositive prima di farci sapere che ci sarebbe anche stata casa d'aste basata sull'oro del gioco, così il trading ingame... Forse solo per vedere le nostre reazioni o qualcosa del genere, ma non preoccupatevi! Non sarete costretti ad usare soldi veri.

Inoltre, saremo in grado di estrarre gli articoli dal nostro stash condiviso per inserirli nella casa d'aste. Il loro ragionamento dietro quest'idea è che semplicemente i giocatori lo vogliono. Se i giocatori non lo volessero fare, non sarebbero stati utilizzati ombrosi siti di terze parti, come d2jsp nell'era D2. In sostanza, Blizzard ha fatto ufficialmente qualcosa che era già stato fatto precedentemente in modo non ufficiale ed impreciso. Anche se, devo anche ricordare che stanno progettando di poter vendere/comprare personaggi ad un certo punto, ma non al momento del lancio. Dopo la presentazione di Pardo, era circa mezzogiorno, il che significava che era ora di pranzo! Ci si avvicinò alla caffetteria, che di solito è noiosa, dove c'era un menù a tema... Sui tavoli c'erano tovaglie rosse, con accese su di essi delle candele in perfetto stile Diablo, alcuni Libri di Cain, e elisir della vita / pozioni lasciate sui tavoli. Per non parlare del menu a tema che ci hanno dato per scegliere.

Intervista e prova della Beta

Subito dopo pranzo, abbiamo intervistato Jay Wilson (30 minuti) su Battle.net e la casa d'aste (e abbiamo parlato anche un po' di PvP).

Presto la traduzione dell'intervista di Jay Wilson qui su HellForge

Dopo questa intervista di 30 minuti, ci hanno dato 4-5 ore buone per giocare tra di noi. Force ed io eravamo già amici su Battle.net e abbiamo giocato insieme per la totalità del nostro tempo della demo. Siamo stati in grado di giocare un paio di volte, il contenuto è relativamente breve (solo un'ora circa di gioco effettivo), e finisce con Re Leoric, come la maggior parte di voi hanno già visto, purtroppo.

diablo 3 betaIl gameplay non è cambiato molto dal BlizzCon e non c'è il PvP nella beta, quindi è essenzialmente solo il primo terzo dell'Atto I, fino da Re Leoric. Devo dire però, che non pensavo che mi sarei divertito così tanto giocando con il Monaco come ho fatto questa volta. Ancora non mi piace giocare con il Witch Doctor, e naturalmente, mi piacciono molto Wizard/DH come immaginavo. Per quanto riguarda il Barbaro, non fa per me. Ho fatto in modo di provare tutte le classi solo per vederle, ed è per questo che il Monaco mi ha sorpreso. Qualcosa di cui devo parlare è la pagina che mostra i dettagli del personaggio, tra i quali: aumento del danno, attacchi al secondo, velocità di Casting, % colpi critici, danni colpi critici, probabilità di bloccare, quantità di blocco, % di schivata, riduzione del danno, vita massima, vita al secondo, vita rubata, vita per uccisione, vita per colpo, risorsa max, velocità di spostamento, gold find, e magic find... Tutte queste informazioni saranno immediatamente disponibili per noi in-game, senza l'uso di calcolatrici, che dovrebbe rendere i nostri personaggi molto più semplici da equipaggiare. Abbiamo anche avuto la possibilità di provare i tre nuovi oggetti delle quest che ho citato sopra: il Cubo dei Nephalem, la Pietra del Richiamo, e il Calderone di Jordan. Sono tutti molto semplici da imparare ad usare, ed è bello che io diablo 3 betapossa riciclare/vendere oggetti, mentre mi trovo nel deserto. Mi piace come hanno impostato la Pietra del Richiamo, perché ci permette di non doverci preoccupare di portarci dietro i rotoli dei TP, abbiamo praticamente la nostra Hearthstone. Una cosa ho notato, però: che la si poteva usare in accoppiata al banner per venire rushati. Posso creare un nuovo personaggio, incontrare il mio amico all'Atto 5, e iniziare a giocare. Ho chiesto di questo nell'intervista, ma Jay ha detto in sostanza che va bene. Hanno limitato l'esperienza che si potrebbe guadagnare dai mostri di livello superiore, quindi non livello uber-velocemente e alla fine mi manca l'intera storia. Quindi, tutto quello che fa è rovinare la storia, ma se gioco con gli amici non è così importante, si può fare.

Alle 5:00, ci è stata programmata la nostra seconda intervista con Jay Wilson, che è durata fino alle 6:00 terminando la giornata. Force è stato in grado di registrare tutto, anche se abbiamo trascritto l'intervista.

Presto la traduzione dell'intervista di Jay Wilson qui su HellForge

TLDR

  • Il Guerriero di Diablo 1 (il Viandante Oscuro) è ora il figlio maggiore di Re Leoric.
  • Il fuoco cade dal cielo, dalle tombe nascono i morti e porta gli eroi a Tristram.
  • Il Libro di Cain narra gli eventi nei 20 anni che intercorrono tra LoD e D3.
  • Leah è la figlia di Adria e la nipote adottiva di Cain.
  • 6 abilità attive invece che 7. I Tratti sono stati modificati in "abilità passive", e se ne possono usare solo 3 alla volta.
  • Ogni classe ha circa 20 abilità attive e circa 15 passive.
  • Calderone di Jordan: consente di vendere oggetti in battaglia.
  • Cubo dei Nephalem: ricicla gli oggetti.
  • Pietra del Richiamo: la versione di Diablo 3 della Hearthstone.
  • Il nascondiglio è enorme! E' più grande di LoD ed ha 5 pagine, che è possibile acquistare tramite oro.
  • Il Cacciatore di Demoni ha 2 risorse separate, l'Odio e la Disciplina.
  • La Beta coprirà solo una parte dell'Atto 1 e sarà relativamente breve (un'ora effettiva di gioco).
  • Auction House per scambi con denaro reale e gold ingame.
  • Banner System per rappresentare ogni persona individualmente.
  • Sistema di nomi dei personaggi esattamente come SC2.
  • La forza di volontà (Willpower) rimosso.

 

Diablo 3 - Le immagini della Beta di Diablo 3

E-mail Stampa PDF
(6 voti, media: 5.00 di 5)

Le immagini della Beta di Diablo 3

diablo 3 beta

In attesa della traduzione italiana dei report riguardanti la Beta di Diablo 3, ecco qualche immagine per rifarsi gli occhi nell'attesa...

diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta diablo 3 beta
diablo 3 beta


 

Diablo 3 - Le risposte alle domande più comuni sulla Beta di D3

E-mail Stampa PDF
(5 voti, media: 5.00 di 5)

Tutto ciò che avresti voluto sapere sulla Beta e non hai mai osato chiedere

diablo 3 beta

Proprio oggi 27 luglio avrà luogo il Media Event Blizzard dove verrà mostrata in anteprima mondiale alla stampa la Beta di Diablo 3. Ricordo ancora una volta a tutti che l'intero evento è coperto da NDA fino al 1° agosto, quindi fino a quella data non sapremo nulla... salvo eventuali leak di materiale (cosa che potrebbe anche essere fattibile, vista la portata dell'evento). Per immergerci ancora di più nel mondo della Beta vi propongo questo articolo, tratto dalla DiabloWiki inglese, dove vengono trattate tutte le domande più comuni riguardo la Beta di Diablo 3.

Ci sarà una Beta di Diablo 3, e come dichiarato da Mike Morhaime inizierà nel terzo trimestre del 2011, quindi, nella migliore delle ipotesi, subito dopo il 3 agosto 2011. Nella peggiore delle ipotesi il 30 settembre 2011.

Un po' di storia...

Tutto ciò che avresti voluto sapere sulla Beta e non hai mai osato chiedere:

La Beta inizia nel terzo trimestre 2011

Durante la conference call Activision-Blizzard avvenuta il 9 maggio 2011, Mike Morhaime ha dichiarato che la beta di Diablo III sarebbe iniziata nel terzo trimestre del 2011, e che i test interni erano già in corso da una settimana. Bashiok ha ulteriormente chiarito il lasso di tempo:
Bashiok: Il riferimento al 3° trimestre nella conference call di oggi è inteso come trimestre di calendario, il che significa che puntiamo a lanciare la versione beta di Diablo III tra il 1° luglio e il 30 settembre. Tenete presente che questo è il nostro obiettivo attuale e, naturalmente, durante lo sviluppo le cose possono cambiare.
Precedentemente si era già parlato della Beta nella Conference Call Activision/Blizzard del primo trimestre 2011, svoltasi a febbraio.
Mike Morhaime: Lo sviluppo su Diablo 3 continua bene, e siamo molto entusiasti del gioco... non vedo l'ora di condividere più notizie sul gioco, e sulla nostra imminente beta, di cui parlerò nella prossima conferenza.

Tutti i sistemi di gioco saranno rivelati prima dell'inizio della Beta

Ad aprile 2011 Bashiok risposto a una domanda circa i sistemi di gioco ancora da svelare, dando una risposta illuminante:
Bashiok: Annunceremo tutti i sistemi del gioco prima della beta, quindi ci sono ancora un po' di cose da rivelare.
Questo sembra logico, dopo tutto, visto che questi sistemi di gioco saranno presenti anche nella versione Beta. Gli sviluppatori vogliono sicuramente rivelare ufficialmente e correttamente questi sistemi prima che inizino i test, altrimenti rischierebbero di ottenere impressioni di gioco incomplete e forse completamente sbagliate da parte dei tester.

diablo 3 betaCome faccio a registrarmi per la Beta di Diablo 3?

Basta avere un account su Battle.net e creare un profilo per la Beta di Diablo 3. Qui potete trovare una guida passo-passo, in italiano, che vi spiega come si fa.

Un profilo di beta è un'istantanea delle specifiche attuali del tuo sistema. Include informazioni come la quantità di RAM presente sul tuo pc, lo spazio disponbile sul disco fisso, il modello di scheda video che possiedi, i driver usati e altre cose di questo tipo. Raccolgono queste informazioni per essere sicuri di essere in grado di testare i giochi Blizzard su una vasta gamma di sistemi.

Potete vedere ulteriori informazioni nella pagina delle FAQ della Beta Blizzard.

Cosa ci sarà nella Beta di Diablo III?

Un beta test deve includere abbastanza materiale per permettere alla gente di provare il gioco e poter dare suggerimenti riguardo agli eventuali problemi software/hardware. Per ovvi motivi non si potrà testare l'intero gioco, soprattutto per un gioco non-MMORPG come Diablo III.

Il 19 Aprile 2011, Bashiok ha scritto un breve post sul forum battle.net, specificando che Blizzard punta ad inserire nella Beta solamente una piccola parte del gioco, in modo che i giocatori possano rimanere sorpresi quando avranno tra le loro mani la copia completa:
Bashiok: Anche se la beta sarà ovviamente molto divertente, e dovreste avere la possibilità di farne parte e di aiutare con i test, comprenderà solo una piccola parte di tutto il gioco. Alcune persone vogliono sapere tutto, ma stiamo davvero cercando di preservare la sorpresa e la meraviglia (che speriamo vengano suscitate con l'esplorazione di Diablo III), il più possibile.
Blizzard è stato molto attenta a non fasi scappare alcun dettaglio riguardo la trama di Diablo III, quindi è ampiamente previsto che la beta non vada oltre il primo atto. Secondo alcuni, per la Beta verranno anche tolti alcuni dettagli della trama in modo che i giocatori sappiano il meno possibile su ciò che accadrà nel terzo capitolo.

Sembra anche che vogliano provare le Arene in modo più completo possibile, così la loro inclusione nella Beta sembra molto probabile.

Cosa c'era nella Beta di Diablo 2?

beta diablo 2La beta di Diablo 2 ha avuto luogo nei primi mesi del 2000, e come tutte le beta Blizzard di quel periodo contava solo 1000 tester (circa), ai quali era stato inviato il CD della beta. Le Beta moderne iniziano con un piccolo numero di tester, per poi aggiungerne sempre di più, fino ad andare molto oltre le 1000 persone abilitate ai test.

La Beta di Diablo 2 comprendeva tutto l'Atto I, presente esattamente nella stessa forma che ha poi avuto nella versione finale. Tutte le missioni erano le stesse di Diablo 2. I PNG, i livelli, i waypoint, i mercenarie,i mostri, gli oggetti, il PvP ecc funzionavano esattamente come funzionano nel gioco finale. Erano disponibili tutte e cinque le classi e potevano essere livellati a piacimento, ma venivano resi disponibili solo i primi tre livelli di abilità (raggiungibili ai livelli 1, 6 e 12).

Quando annunceranno la Beta di Diablo III?

Per il momento non esiste ancora nessuna data. Probabilmente la data di inizio dei test verrà comunicata dopo il 1° Agosto, allo scadere del NDA (Accordo di non divulgazione) del media event che inizierà il 27 luglio 2011, oppure il 3 agosto, alla prossima Conference Call Activision/Blizzard.

Quanto durerà il Beta Test?

Jay Wilson ha parlato di questo argomento nel corso di una video-intervista al Blizzcon 2010.
Geoffkeighley (via Twitter): qualcuno deve chiedere questo: quando inizierà la beta di Diablo 3?
Jay Wilson: Probabilmente circa sei mesi prima del rilascio.

Che cos'è un Alpha Test?

L'Alpha Test viene eseguito prima del Beta Test e di solito è molto più piccolo. Il client Alpha di solito è il gioco semi-completo e appena giocabile. Gli Alpha test sono quasi sempre privati​​ e limitati ai dipendenti, amici e familiari.

Che cos'è un Beta Test?

I Beta Test sono dei test su larga scala per dei videogiochi quasi terminati. Ad oggi, tutti i test beta della Blizzard sono stati semi-pubblici: tramite il loro sito web si sono potuti iscrivere migliaia di tester, che si sono uniti ai dipendenti Blizzard, ai loro amici e parenti, agli inviti dei fansite, ai media, ai dipendenti di altre società di giochi, e altri ancora. I Beta test in genere crescono di dimensioni man mano che passa il tempo, iniziando con un poche decine di tester, e gradualmente espandendosi a centinaia e poi a migliaia di tester. Ai vecchi tempi questo significava fisicamente masterizzare e inviare centinaia di CD per la beta; oggi basta scaricare da internet il client della beta.

Come vengono gestite le beta key?

Oltre a reclutare Beta Tester tramite il loro sito, Blizzard invia le chiavi beta ad amici e familiari, ai media e agli altri del settore. Essi regalano inoltre delle chiavi beta a diversi fansites, che le potranno ridistribuire come meglio credono. Blizzard da qualche tempo sta inoltre inserendo beta key nei goodie bags che regalano al BlizzCon.

Tuttavia, non sono state incluse chiavi beta nei goodie bags al BlizzCon 2009 e il 2010, anche se Paul Sams annunciò, durante la cerimonia di chiusura, che 1000 beta tester sarebbero stati selezionati a caso tra i partecipanti del Blizzcon.

C'è un limite di età per i Beta Tester?

Sì, secondo il rating previsto per il gioco (es. in base al PEGI/ESRB).

Posso iscrivermi più volte alla Beta?

Ogni account Battle.net sul quale avete aperto un profilo Beta è idoneo ad essere selezionato. Quindi, se avete più account, sì. Fondamentalmente, potete iscrivervi tante volte quante sono le cd key dei giochi Blizzard che avete acquistato.

Ci sono requisiti di sistema minimi per partecipare alla Beta?

Di solito c'è una linea inferiore che delimita i requisiti minimi di partenza, ma dal momento che l'obiettivo di tale prova è quello di vedere quanto è ampia la varietà di sistemi sui quali funzionerà il gioco, Blizzard su questo argomento cerca di essere piuttosto generosa.

Quanti Tester ci saranno?

I primi beta test Blizzard erano limitati a soli 1000 tester. I test più recenti contano molti più tester, e ci saranno probabilmente molte migliaia di tester per Diablo III. Non tutti dal primo giorno naturalmente. Test iniziali e piccole dimensioni, con l'aggiunta di più tester appena migliora la stabilità dei server di Battle.net.

I Tester che hanno già partecipato a una beta Blizzard verranno invitati alla Beta di Diablo III?

Solo se si è sulla friend-list della Blizzard. Hanno un elenco dei migliori tester e aggiungono le persone se affidabi e se comunicano numerosi bug. Ma i nomi di questa lista sono privati.

Quando e come verranno avvisati coloro che sono stati selezionati per la Beta?

Blizzard notifica i tester inviando loro una mail con una cd-key valida e il link per scaricare il client. Dal momento che i loro test iniziano con pochi tester per poi aggiungerne sempre più, si potrebbe ricevere l'e-mail il primo giorno, oppure si potrebbe dover aspettare diverse settimane o addirittura mesi.

Nel caso in cui venite selezionati per partecipare ad un beta test, riceverete una e-mail che vi informa e vi redirige alla Gestione dell'account su Battle.net, dove si potrà scaricare il client della beta ed ottenere una chiave per la beta.

Dovrò pagare per partecipare alla Beta?

No, Blizzard non fa pagare per partecipare ai Beta test.

La Beta sarà scaricabile?

Sì. I CD spediti via posta sono ormai un lontano ricordo, dal momento che Blizzard esegue test con molte persone e i client sono di grandi dimensioni. I client occupano di solito diversi GigaByte, e possono richiedere molto tempo per il download, anche con una connessione veloce.

Come sarà la Beta?

In generale, come il gioco, anche se con più bug e con più downtimes sul server. Non c'è nessuna procedura particolare da seguire, una volta che hai scaricato il client e hai la beta key basta avviarlo e giocare.

Come faccio a segnalare un bug?

La Beta dispone di meccanismi per la segnalazione dei bug. Di solito un comando ingame per inviare un messaggio su un bug, e dei file di log vengono compilati mentre state giocando, registrano lo stato del gioco e problemi hardware/software. Inoltre sul sito ufficiale ci sono i forum privati per la beta, dove tester possono discutere sui problemi tecnici.

La Beta varierà mentre sto giocando?

Costantemente. I Beta test di solito hanno una nuova patch quasi ogni giorno, con cambiamenti piccoli e grandi, correzioni di bug e altro ancora.

Potrò parlare riguardo i contenuti della Beta?

I Beta test non sono più coperti da NDA (Non-Disclosure Agreement) come succedeva per molte versioni delle beta Blizzard precedenti. Non hanno imposto un NDA sulle ultime beta di World of Warcraft e di StarCraft II. Non c'è motivo di aspettarsi che i beta tester di Diablo III siano vincolati da un accordo di riservatezza.
Bashiok: Non credo imporremo un NDA sul futuro beta test per uno dei nostri franchise. Questo potrebbe comunque essere soggetto a cambiamenti.

I Beta Tester saranno avvisati circa la conclusione della beta?

Di solito la fine di un test viene annunciato con alcune settimane di anticipo.

Dopo la Beta, quanto tempo ci vorrà per l'uscita di Diablo 3?

Dipende. Alcuni beta test durano fino alla data di uscita, e le informazioni collezionate vengono utilizzate per le patch post-uscita. Altri finiscono alcune settimane prima, o vengono sostituiti da stress test.

Esistono premi per i Beta Tester?

No, nessuna copia del gioco gratuita. A volte i tester d'elite vengono menzionati nel manuale di gioco o nei crediti on-line, e con un buon lavoro si potrebbe aprire la strada verso la friend-list contenente i migliori tester di Blizzard, ma vedere il gioco in anteprima è il miglior premio per la maggior parte dei fan.

Posso portare il mio personaggio Beta nella versione finale?

No, i personaggi beta vengono sempre cancellati dai server prima dell'uscita della versione finale del gioco. I client sono incompatibili, glioggetti e le abilità cambiano, non è giusto dare ad alcuni giocatori un vantaggio, ecc...

 


Pagina 3 di 4

Sondaggio

Quale classe userai per prima?
 
Ti piace il sito? Votalo!

Ciao Guerriero!
Unisciti anche tu all'armata che sta popolando il Forum di HellForge!

Cosa aspetti? Clicca qui per registrarti subito o esegui il login direttamente con il tuo account di Facebook!



Altri valorosi guerrieri ti stanno aspettando per unire le forze contro le armate di Diablo!
Privacy Policy



Cerca

Artwork

Screenshot

Blizzard logo